Keter Group, società controllata dai fondi gestiti da BC Partners, ha concluso l'acquisizione dell’intero capitale sociale di ABM Italia Spa - società operante nella produzione di sistemi in materiale plastico di fascia alta per archivio e stoccaggio - da Clessidra Sgr e altri azionisti privati

 

Con sede a Ormelle, in provincia di Treviso, ABM produce sistemi in materiale plastico di fascia alta per archivio e stoccaggio in resina per la casa o l’ufficio, come armadi, scaffali e scatole, ed è tra i principali fornitori di Ikea.

Keter Plastic fabbrica prodotti per la casa e il giardino in resina, commercializzati in 90 paesi e in oltre 25.000 punti vendita nel mondo. BC ha acquisito l'80% dell'israeliana Keter nel luglio di quest'anno.

Secondo quanto riferito da alcune fonti bancarie, Keter finanzierà l'acquisizione di ABM tramite un loan per 300 milioni di euro. Le stesse fonti confermano che il deal ha un controvalore di 400 milioni di euro. BNP Paribas, RBC e UBS sono i lead del finanziamento. Il loan andrà ad aggiungersi ad un altro esistente, da 690 milioni di euro, lanciato ad ottobre per finanziare l'acquisizione di Keter.

Linklaters ha assistito l’acquirente Bc Partners con un team multi-giurisdizionale basato in Francia, Italia, Regno Unito e Canada, coordinato dal socio Vincent Ponsonnaille. Il team italiano è stato guidato dal Partner Giorgio Fantacchiotti, coadiuvato dagli associate Matteo Tabellini, Giangiacomo Miani, Mirta Cavallo e Maria Chiara de Biasio. I profili tax sono stati seguiti dal Partner Luca Dal Cerro e dall’associate Antonio Cuoco. Per gli aspetti di banking ha agito un team guidato dal Partner Andrea Arosio e coadiuvato dal managing associate Antongiulio Scialpi e dall’associate Roberta Pellicanò. Gli aspetti giuslavoristici sono stati seguiti dalla counsel Federica Barbero e dagli associate Mara Ruberto e Francesco Corradi.

Clessidra Sgr è stata assistita dallo studio legale Gatti Pavesi Bianchi, con un team costituito dal Partner Carlo Pavesi, e dai senior associate Giuseppe Toia, Ivano Sproviero e dall’associate Stefano Motta, nonché da MN TAX & LEGAL, con un team composto dal Partner Emiliano Nitti e dagli associate Gabriele Gagliolo e Marco Martellosioe. Gli aspetti fiscali sono stati gestiti dallo studio Pirola Pennuto Zei & Associati, con un team composto dai Partner Stefano Tronconi e Nathalie Brazzelli.

Nel contesto dell’operazione di finanziamento, Latham & Watkins ha assistito le banche finanziatrici con un team composto dal partner Dan Maze e dall’associate Tracy Liu per gli aspetti di diritto inglese e dal partner Marcello Bragliani e gli associate Alessia De Coppi e Giuseppe Atria per i profili di diritto italiano.